A Pitigliano nel 1914 si giocava a Razzi in Corda

Ho sulla scrivania il libro Franco Paioletti
“Pitigliano dal Risorgimento al primo Novecento”  Edizioni Effigi,
sfogliandolo ho trovato una notizia di una festa celebrata a Pitigliano fino al 1914  e  ormai in disuso . 

Gi scolari avevano un giorno tutto per loro che coincideva con la ricorrenza di S.Nicola da Bari,
..  il 6dicembre.
San Nicola da Bari è infatti il patrono dei bambini e dei marinai e nella Maremma Toscana si festeggiava questa data come “La festa degli scolari” 

I ragazzi  liberi dagli impegni scolastici  preparavano tutti  insieme  lo spettacolo dei  Razzi in Corda” 
(mulinelli pirotecnici).
I famosi Razzi venivano lanciati lungo una corda tirata dalla terrazza del Palazzo Ponti angolo di quella chiamata Via Indipendenza e oggi Via Roma e il balconicino più lontano della casa delle Fabbrerie che era all’inizio della discesa che porta a Capisotto.Una corda che attraversava tutto il vecchio borgo del paese.

Lo spettacolo dei ragazzi di Pitigliano che lanciavano i  razzi  e sparavano alle castagnole
coinvolgeva la gente del paese, era  la festa di  tutti.

Dice il testo :
” Questa festa andò decadendo perchè sostituita con altre anche più grossolane e forse perchè nessuno pensò mai di accompagnarla con le scorpacciate di tortelli inaffiati dalle sbornie che godevano di una celebrazione propria”. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.